CROSSFIT GAMES 2018

CROSSFIT GAMES 2018

ALL PHOTOS SOURCE: CROSSFIT INC.

L’edizione 2018 dei Crossfit Games si è conclusa con il trionfo e la conferma dei due crossfiter che si erano già guadagnati la vittoria nell’edizione precedente: Mat FRASER e Tia – Clair TOOMEY.

Ad ospitare la dodicesima edizione, la cittadina di Madison, in Wisconsin, con le sue strutture sportive e il suo clima mite e il nostro Dave Castro: “regista” dei Crossfit Games sempre in prima linea nel supervisionare tutto.

Come ogni anno non possiamo dire di non esserci gustati i Crossfit Games come un thè al limone fresco in una estenuante e calda estate, sia per le prove proposte sia per la popolarità del Crossfit nel mondo che, anche in Italia, sta reclutando molti adepti e unisce tutti i box per la spettacolarità di questo sport che non è mai monotono e scontato.

 

I WOD PIU’ BELLI (e il più brutto)

 

È giunto il momento di stilare la nostra classifica personale dei Wod più belli di questi Games 2018 tra i quattordici eventi che hanno contraddistinto questa edizione:

 

Al terzo posto ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo “CHAOS”, wod del sabato composto in:

35/30 cal. SkiErg

30/25 burpees to bar

45/40 single arm DB

40/45 single-leg squats

25 box jump over

110-ft. Tumbler pull

 

Un wod che ha lasciato a bocca aperta tutti noi, soprattutto per la difficoltà del tumbler pull che ha fatto faticare tutti i partecipanti.

 

Al secondo posto con la medaglia di argento si posiziona l’ultima delle quattordici prove: “AENEAS”:

  • 5/4 pegboard climbs
  • 40 thruster
  • 33-ft yoke carry, add weight
  • 33-ft yoke carry, add weight
  • 33-ft yoke carry

Non è passato inosservato in questo wod la tecnica di Fraser nel salire la parete di legno bucata per quattro volte senza mai mettere i piedi a terra tra una salita e un’altra, a differenza della gran parte degli altri concorrenti, nascondendo a noi telespettatori la difficoltà dell’esercizio.

 

Dulcis in fundo, ad aggiudicarsi nella nostra classifica la medaglia d’oro l’evento del Venerdì:

 “ THE BATTLEGROUND”:

Rescue Randy drag

2 rope climbs

Obstacle-course run

2 rope climbs

Rescue Randy drag

The battleground, letteralmente “il campo di battaglia”, vero e proprio percorso di guerra da terminare con giubbotto zavorrato, simile a un giubbotto antiproiettile, in cui vi era un trascinamento di un manichino di 75Kg circa, proprio come se fosse un soldato ferito in guerra.

Cosa potevamo aspettarci dal nostro regista Castro se non una prova interamente dedicata all’allenamento dei Marines!

 

Non ci è piaciuta (da vedere in tv) la maratona di vogatore, 42 km di vogate che ha segnato probabilmente la prova più lunga delle edizioni dei Crossfit Games, e la nostra attenzione nel seguire l’evento è stata messa a dura prova.

 

 

 

IL PODIO

 

 

 

Come abbiamo già detto vince e bissa il successo dello scorso anno Tia-Clair Toomey con 1152 punti; al secondo posto l’ungherese Laura Horvath con 1090 punti e sul terzo gradino del podio abbiamo l’islandese Katrin Tanja  Davidsdottir con 1020 punti.

Per il podio maschile abbiamo la terza vittoria consecutiva di Mathew Fraser con 1162 punti. Al secondo posto il canadese Patrick Vellner con 942 punti, mentre al terzo posto del podio troviamo lo svedese Lucas Hogberg con 886 punti.

 

 

Non possiamo non menzionare Rich Froning che dopo aver vinto ben quattro Crossfit Games consecutivi, in questa edizione vince, con la sua “Crossfit Mayhem”, la gara a team.

 

 

Tributo anche alle due atlete che si sono ritirate dall’evento: Emily Bridges e l’islandese Sara Sigmundsdottir, quest’ultima ha avuto una ferita alle costole che non le ha permesso di allenarsi bene durante l’anno per questa edizione dei Games, e anche se non voleva arrendersi, è stata costretta a poche prove dalla finale a ritirarsi per evitare di avere danni permanenti.

Ora non ci resta che attendere con ansia il prossimo evento dei Crossfit Games 2019.

Non per essere polemici, ma speriamo che le ultime modifiche che ha subito il mondo dei Crossfit Games, non rovini quello che per noi Crossfitters è uno spettacolo che ogni anno aspettiamo con ansia.